giovedì 5 maggio 2016

Ciambella Casereccia

progetto a cura
celebra la Giornata Nazionale dei Dolci da Credenza.
Ambasciatrice di questa giornata
è la bravissima Paola Sabino
Nel mio piccolo, ho deciso di partecipare anche io
come Contributors
con un dolce semplice, ma sempre gradito!


Si tratta della Ciambella Casereccia,
proposta dalle famose Sorelle Simili
nel loro ancor più famoso libro
"Pane e Roba Dolce"!
Una ciambella di pasta dura,
quasi una pasta frolla soffice,
che si conserva per diversi giorni,
senza indurire e rimanendo friabile:
ideale per la prima colazione,
da intingere nel latte;
ma anche come dopo-pasto,
accompagnata con un po' di vino.
Col tempo, ho modificato un po' la ricetta originale,
per assecondare i gusti della famiglia,
e questo è il risultato! :o)


Ingredienti...
...per l'Impasto
500 gr di farina per dolci
190 gr di zucchero semolato
175 gr di burro
20 gr di strutto
2 uova medie intere
25 gr di Rhum
10 gr di miele d'acacia
12 gr di lievito per dolci
2 gr di sale fino

...per Rifinire
ciliegie candite q.b.
latte q.b.
zucchero semolato q.b.


Per prima cosa, setacciamo la farina ed il lievito per dolci, riunendola nella ciotola della planetaria, insieme al resto degli ingredienti.


Montiamo la frusta K e azioniamo la macchina, partendo da velocità minima fino a velocità 1-1,5, per circa un paio di minuti, o comunque fino ad ottenere un composto omogeneo.


Versiamo l'impasto ottenuto su un piano di lavoro leggermente infarinato e formiamo un filoncino, non troppo lungo, nel quale andremo a conficcare le ciliegie candite.


Arrotoliamo un altro po' il nostro filoncino, in modo da far penetrare le ciliegie all'interno dell'impasto, e lo adagiamo in uno stampo da ciambella, da 24 cm di diametro, precedentemente imburrato e infarinato, facendo ben combaciare le estremità.
Spennelliamo delicatamente con un goccio di latte e spolverizziamo con lo zucchero semolato.


Cuociamo la nostra ciambella in forno statico preriscaldato, a 170-180°C, per 25-30 minuti.
Una volta cotta, la facciamo stemperare un po' nello stampo, per poi farla finire di raffreddare su una gratella per dolci.


Ecco pronta la nostra ciambella
in tutta la sua dolce semplicità!
Di certo non si può sostenere sia di bell'aspetto,
anche se il maritino ogni volta ne proclama la bellezza...


Posso garantire, però, sulla sua
genuinità e bontà;
e, nonostante si conservi bene per diversi giorni,
dubito ne avanzerà molta...
...provare per credere! ;o)
Ovviamente, vi aspetto sulla Fanpage
Bazzicando in Cucina
dove troverete sempre tanti spunti interessati!



14 commenti:

  1. Ma che buona e gustosa questa ciambella, una vera bontà! Complimenti un abbraccio
    Mirta.
    ps. Posso prenderne una fettina? Kiss

    RispondiElimina
  2. Ciao!
    Anche se non è di bella presenza ;) immagino sia di una bontà unica, complimenti.
    Buona Giornata

    RispondiElimina
  3. UNA VERA DELIZIA, GRAZIE, ME LA SEGNO!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  4. adoro le ricette delle Simili sono un istituzione e meno male!!!
    Grazie per aver condiviso la ricetta della tua splendida ciambella!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche io penso che le Sorelle Simili siano una istituzione, da cui imparare molto!
      Grazie mille! :o)

      Elimina
  5. Ho quasi tutti gli ingredienti, quasi quasi improvviso prche mi sembra buono buono

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di sicuro è un dolce casereccio.
      I buoni sapori di una volta... :o)

      Elimina
  6. Semplice e deliziosa, un dolce che mi piace molto!

    RispondiElimina
  7. Ciao, adoro le ciambelle e poi anche agli ospiti del mio agriturismo non dispiace. Ecco perché mi metterò subito all'opera per provare questa ricetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spero tanto sia stata di gradimento, sia tuo che dei tuoi ospiti! :o)

      Elimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...