venerdì 9 ottobre 2015

Pizza... a Lunga Lievitazione!

Diciamoci la verità,
il sabato sera senza pizza
non sembra neanche sabato sera...
Onestamente le uscite del fine settimana
sono ormai ridotte da tempo:
dopo una settimana di corse interminabili
e di caos mentale ;o)
la voglia di stare al chiuso in un locale
non ci sta' proprio...
...e soprattutto il "Teppistello"
non è molto concorde con questa idea...
Senza contare che,
per quanto la pizza del ristorante
sia indiscutibilmente buona,
ancor di più se cotta nel forno a legna,
quella fatta in casa ha un sapore tutto suo
che secondo me non ha eguali... :o)



Varie sono le ricette proposte in rete,
anche da grandi maestri:
con poolish, autolisi...
...con o senza grassi...
La ricetta che vi propongo stasera
è senza pretesa alcuna ed è la mia preferita
in quanto, prevedendo una minor dose di lievito
e la doppia lievitazione,
mi permette di non stare dietro alla preparazione
del piatto più amato al mondo
per tante ore di seguito.
Nonostante il mio amato Ken,
non rinuncio alla comodità della Macchina del Pane
e posso assicurarvi che, in questo caso,
semplifica veramente le cose! ;o)
Per comodità, come sempre,
vi segno anche degli orari indicativi
per potervi meglio orientare;
poi, ovviamente, potrete fare come meglio vi aggrada... :o)


Ingredienti
800 gr di farina 0
500ml di acqua
5 gr di lievito di birra
20 gr di sale fino

Impasto e Prima Lievitazione (h. 10,00 circa)
Versiamo tutti gli ingredienti nel cestello della Macchina del Pane, facendo attenzione a tenere separati sale e lievito.


Azioniamo il programma impasto: la nostra compagna farà tutto da sola, mentre noi potremo tranquillamente fare altro per ben 4/5 ore... ;o)


L'unica accortezza che dobbiamo avere in questa fase è quella di verificare che l'impasto non sia troppo morbido; in tal caso, basterà solo aggiungere un po' di farina.. Al contrario, se dovesse risultare troppo duro, uniremo un po' di acqua ancora.

Staglio e Seconda Lievitazione (h. 15,00 circa)
Trascorso il tempo necessario, troveremo il nostro impasto più che raddoppiato.


A questo punto, procediamo a fare le nostre palline: io ne ho ricavate 9, di varie grandezze, considerando le teglie a mia disposizione.


Copriamo e facciamo lievitare per 3/4 ore circa.
Varie sono le opzioni per la copertura: dal classico canovaccio umido, alla pellicola alimentare, al più moderno forno spento con luce accesa... a voi la scelta! ;o)


Stesura e Cottura (h. 19,30 circa)
A lievitazione completata, per prima cosa provvediamo ad accendere il forno: nel mio caso, statico a 225°C.
Poi prendiamo ogni panetto e lo stendiamo con le mani, adagiandolo sulla relativa teglia, leggermente oleata.


Farciamo a nostro piacimento e cuociamo, sempre a 225°C per circa 20 minuti.


La nostra pizza è pronta per essere... spazzolata...
...ops gustata! :o)


Maritino e "Teppistello" la adorano
ed è un piacere per gli occhi ed il palato! :o)

Se questa ricetta vi è piaciuta e decidete di provarla,
condividete i vostri risultati sul Gruppo Facebook
 Bazzicando in Cucina - The Group.
E se volete potete seguirmi anche sulla Fanpage
Bazzicando in Cucina.
Vi aspetto!!! :o)


2 commenti:

  1. Hai ragione, il sabato la pizza è d'obbligo.
    Mamma nel Web

    RispondiElimina
  2. che mondo sarebbe senza...la pizza!
    sono una tua nuova lettrice, se ti va unisciti al mio blog mi farebbe piacere
    http://recensionismart.blogspot.it/

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...